Archivio per mese: Giugno, 2015

Why are Corporate Entrepreneurs not enough?

Reading time: 6 minutes

17 Giu
17/06/2015
Foto del profilo di Stefano Cavallazzi

by Stefano Cavallazzi

Research Fellow of Organization and HR Management

What does it take to translate the organization’s entrepreneurial and innovative effort into effective market outcomes? How do you set proper execution practices that allow you to pursue new competitive opportunities? Since Schumpeter suggested that entrepreneurs are the main agents of economic growth and market renewal in 1936, Corporate Entrepreneurship (CE) research has tried to shed some light on how firms can structure a process that allows the organization to identify and pursue value-creating opportunities leveraging on employees’ entrepreneurial behaviors. Scholars developed and refined the Corporate Entrepreneurship Assessment Instrument (CEAI) to evaluate four dimensions of organizational climate (management support, individual work discretion, rewards and time availability) as antecedents of innovative output and concluded that higher levels of entrepreneurial climate generate increased innovation.

Leggi tutto →

6 Lezioni per una Leadership “multiforme” nelle imprese familiari

Reading time: 6 minutes

10 Giu
10/06/2015

Foto del profilo di Daniela Montemerlo

by Daniela Montemerlo

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

Sono sempre dense di insegnamenti le esperienze degli imprenditori e SDA Bocconi School of Management, con le sue iniziative dedicate ai capi azienda, alle loro imprese e alle famiglie proprietarie, ha il privilegio di raccoglierne numerose.

In tema di leadership, l’osservazione delle storie di alcuni protagonisti del nostro made in italy mi ha portata, insieme a Paolo Morosetti, a enucleare alcune “lezioni” che potrebbero far riflettere tanti altri protagonisti di quel tessuto imprenditoriale di cui è ricco il nostro Paese.

Alcune lezioni riguardano più specificamente l’azienda, altre la famiglia; tutte, in realtà, sottendono un primo insegnamento base: per guidare con successo un’impresa familiare occorre essere “ambidestri” come si dice nella letteratura internazionale (Lansber, 1999). Meglio ancora, occorre essere “multiformi” per valorizzare al meglio le possibili sinergie che, da un lato, fanno di una famiglia imprenditoriale un motore di crescita e di aggregazione di talenti (familiari e non) per l’azienda e che, dall’altro, fanno di un’azienda una fonte di coesione, di sviluppo personale e professionale oltre che di benessere economico. Come dar vita a questi circoli virtuosi? Ecco, in breve, che cosa abbiamo imparato.

Leggi tutto →