Archivio per mese: Novembre, 2014

Purché sia semplice: le aziende italiane e il digitale

Reading time: 5 minutes

26 Nov
26/11/2014
Foto del profilo di Carlo Alberto Carnevale Maffè

by Carlo Alberto Carnevale Maffè

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

 “Le organizzazioni efficaci sono garrule, maldestre, superstiziose, ipocrite, mostruose, ottopodi, erranti e scontrose”.

Quando Karl Weick, il geniale teorico dei legami deboli, scrisse quest'affermazione non si riferiva necessariamente alle aziende italiane. Ma le sue ipotesi possono contribuire a spiegare come mai l'utilizzo di Internet ed in generale il digitale in Italia rimanga strutturalmente sotto la media europea, mentre da oltre 20 anni il Bel Paese è leader nell'adozione della telefonia mobile. Vediamo perché, in tre punti.

Leggi tutto →

VIDEO: Che cosa possono imparare le aziende tradizionali dalle start-up? – What can traditional companies learn from start-ups?

20 Nov
20/11/2014
Foto del profilo di Mikkel Draebye

by Mikkel Draebye

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

Il Professor Draebye, SDA Professor di Strategia e Imprenditorialità, ritiene che il futuro sarà fortemente influenzato dall'imprenditorialità e che le grandi aziende debbano adottare la mentalità di una start-up e modificare i loro processi per restare competitive nel contesto attuale. Draebye approfondisce le ragioni del successo delle start-up e parla delle lezioni che le grandi aziende possono imparare da quelle appena nate.

Professor Draebye (SDA Professor of Strategic & Entrepreneurial Management) asserts that the future is entrepreneurial and large corporations need to adopt a start up mentality and change their current processes to remain competitive in the current business climate. Draebye explodes the myths behind the successes of start ups and talks about the lessons that corporations can learn from new ventures.

Overcoming the Liability of Outsidership

Reading time: 7 minutes

12 Nov
12/11/2014
Foto del profilo di Olga Annushkina

by Olga Annushkina

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

During one of our executive education programs I happened to talk to a manager who was an “NRI” – a non-resident Indian, originally from Kolkata who completed his studies in Europe and had been working for a German multinational. And I was told yet another example reconfirming the impact of the Liability of Outsidership on personal and company performance in doing business abroad.
After several years in a junior managerial position at the company’s headquarters in Europe, that person was relocated to India with an objective to strengthen the company’s local business development activities. Despite his energy, motivation and good relationship skills, that person kept on being “bounced back”, unable to create effective business relationships with potential clients and business partners. Seeing the meagre results of the initial decision, the company decided to adapt its policy: he was joined by a “local” Indian manager and things improved. “Before, I was seen an outsider, you know, even if I am an Indian”, he told me.

Leggi tutto →

Perché promuovere il ruolo strategico dei CdA?

Reading time: 8 minutes

04 Nov
04/11/2014
Foto del profilo di Alessandro Zattoni

by Alessandro Zattoni

Director of the Executive Education Open Program Division

Alcune ricerche sui Consigli di Amministrazione (CdA) condotte negli anni ’90 hanno evidenziato che tali organi svolgevano un ruolo prevalentemente formale che consisteva nel ratificare le proposte del top management. Da allora (quasi) tutto è cambiato. Il codice di autodisciplina ha esplicitato sin dal 1999 che il CdA delle società quotate deve esaminare e approvare i piani strategici, operativi e finanziari dell’impresa. Più recentemente nel 2003 il codice civile ha esteso tale raccomandazione a tutte le società per azioni (art. 2381).

Possiamo quindi dire che il CdA di tutte le società per azioni svolge efficacemente il proprio ruolo strategico?

Leggi tutto →