Archivio per mese: Giugno, 2014

Tornare alle origini per fare innovazione. Intervista a Andrea Granelli

Reading time: 6 minutes

17 Giu
17/06/2014
Foto del profilo di Guia Beatrice Pirotti

by Guia Pirotti

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

La retorica non è l'arte del dire, ma l'arte del ragionare. È la principale tecnologia della mente che ci consente di intuire, fare un ragionamento, avere una visione delle cose. La retorica è lo strumento della leadership. (Andrea Granelli)

granelliGli scandali in politica e in economia rendono quanto mai attuale il tema della responsabilità della leadership, soprattutto e paradossalmente quando si vuole fare innovazione. Il leader responsabile e credibile, come insegnano gli antichi Greci, è colui che sa unire logos e bios – parola e azione. Da una parte si tratta di strutturare un ragionamento, avere dei contenuti in cui si crede e di cui ci si assume la responsabilità.
Dall’altra diventa necessario saper comunicare al meglio questi contenuti. L’arte della retorica, ovvero la capacità di formulare un ragionamento e di saperlo comunicare, unisce le due capacità e si pone al centro dell’attività dei leader responsabili che oggi vogliono produrre innovazione.

Il ragionamento di chi fa innovazione è basato sul mettere insieme i pezzi, anche se sconnessi e dissonanti tra loro, e saperne creare una visione univoca volta a muovere e smuovere le persone. Oggi, proprio come succedeva nell’antica Grecia, dare i nomi alle cose permette di impostare l’azione di cambiamento successiva.
Questi i temi dell’intervista fatta a Andrea Granelli, fondatore e presidente di Kanso, società di consulenza che si occupa di innovazione.

Leggi tutto →

VIDEO: La competizione non fa bene in tempo di crisi. Perché? – Competition is not good in a crisis. Why?

11 Giu
11/06/2014
Foto del profilo di Carlo Alberto Carnevale Maffè

by Carlo Alberto Carnevale Maffè

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

Carlo Alberto Carnevale Maffè, SDA Professor dell'Area Strategia e Imprenditorialità sviluppa la sua prospettiva sul difficile panorama odierno, sostenendo che la competizione non faccia bene in tempo di crisi e che, in passato, gli standard imposti dalla politica per favorire la competizione sul mercato non abbiano funzionato.

Professor of Strategic & Entrepreneurial Management at SDA Bocconi, Carlo Alberto Carnevale Maffè shares his point of view on today’s challenging climate. He adamantly believes that competition is bad in times of crisis and argues that politically imposed standards to create and increase competition in the marketplace have failed to work.

I manager, tra ciò che è giusto e ciò che è utile

Reading time: 7 minutes

02 Giu
02/06/2014
Foto del profilo di Antonio Catalani

by Antonio Catalani

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

Stavo rileggendo La Repubblica di Platone quando ho trovato questa frase che mi ha colpito per la sua cruda attualità: “ciò che è giusto altro non è che l’utile del più forte” dice Trasimacco a Socrate e sembra parlino del mondo di oggi, ma evidentemente il problema non è di oggi.
Chi sceglie di agire preferendo ciò che è giusto, secondo il sofista, perde sempre: negli affari come in ogni altro campo. Perdono anche coloro che commettono ingiustizie minori poiché vengono puniti e subiscono il disprezzo sociale. L’ingiusto però, per farla franca, deve essere nel pieno del potere, altrimenti ciò che ha fatto per perseguire il proprio vantaggio viene aspramente condannato. Secondo Trasimacco quindi perseguire l’utile comporta l’essere ingiusti, e l’ingiustizia non è condannata se è perpetrata da chi ha il potere.

Oggi Socrate farebbe a dir poco la figura dell’ingenuo, malamente sconfitto dalla cronaca quotidiana, ma davvero non c’è alternativa alla visione cinica di Trasimacco?

Leggi tutto →