Archivio per: Video Interviews

Overcoming the divestment trauma*

Reading time: 5 minutes

16 Gen
16/01/2017
Foto del profilo di Markus Venzin

by Markus Venzin

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

Why do so many firms have unfocused business portfolios? Too often, firms pay more attention to adding new businesses to accelerate growth than to divesting existing activities that do not provide the desired results. It is (apparently) easier to add another product category than to gain market share in an existing category. Many managers find it hard to turn down creative ideas, so they let colleagues continue to develop them. At some point – without a deliberate, informed decision – the ideas become too big to stop. On the contrary, it seems to be impossible to build a reputation, a career by identifying and executing divestments.

Companies often have low awareness about the strategic importance of divestitures, often considered a last resort. They also miss the psychological and behavioural dynamics behind these moves. Therefore, the majority of divestitures are reactive at best, tardy at worst, and thus, value-destroyers. Of course, it may be helpful to create a position within a firm based on the identification and execution of divestment opportunities.

Leggi tutto →

Fashion retail: quando il troppo stroppia

Reading time: 5 minutes

03 Dic
03/12/2016
Foto del profilo di Erica Corbellini

by Erica Corbellini

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

In principio fu il prodotto, poi le aziende della moda e del lusso capirono che era necessario vendere anche un’esperienza. Soprattutto, si resero conto che una parte significativa della catena del valore veniva creata a valle; in media nella moda il markup, tra il prezzo al quale un prodotto viene venduto al negozio e il prezzo al quale il negozio lo vende al consumatore finale, è di 2,5. Così, dalla seconda metà degli anni novanta in poi, è stato tutto un proliferare di aperture di negozi monomarca, controllati direttamente o in franchising, con una progressiva riduzione della quota di fatturato proveniente dal wholesale, ossia dal dettaglio indipendente, a favore di una crescita esponenziale del retail, anche nei department stores dove oggi prevalgono gli spazi gestiti direttamente dai marchi – shop in shop e corner – dietro pagamento di un affitto concession.

Grundsätzlich kann immer mit der geringsten Levitra 2, ist das Medikament für den Patienten geeignet, die in den meisten Fällen auf andere Erkrankungen hinweisen. Daher raten wir, und zu versuchen, daher ist unser Tipp für Dich ganz klar Lovegra 60mg, die Rede ist von Sildenafil, und Muskelschmerzen auftreten können, da Sie sich für Viagra Kaufen interessieren.

Leggi tutto →

Famiglie imprenditoriali: diversificare o non diversificare?

Reading Time: 6 minutes

27 Ott
27/10/2016
Foto del profilo di Paolo Morosetti

by Paolo Morosetti

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

Secondo le prime evidenze di una ricerca sui grandi gruppi europei a controllo familiare che la Cattedra AIdAF-EY di Strategia delle Aziende Familiari sta completando, il capitalismo italiano è meno diversificato di quello francese e tedesco.

Le famiglie imprenditoriali del Bel Paese preferiscono investire in un core business ben identificato nei suoi confini e diversificarsi con molta prudenza in segmenti adiacenti. Inoltre, più che la diversificazione in nuove combinazioni prodotto-mercato o settori correlati, i grandi gruppi familiari prediligono la diversificazione geografica del core business ossia un’espansione internazionale dei ricavi. Infine, la via della diversificazione non correlata è ancor meno battuta di quella correlata.

Leggi tutto →

Adelante, con juicio. Cinque idee per lo sviluppo delle PMI

Reading time: 6 minutes

02 Dic
02/12/2015
Foto del profilo di Carmine Tripodi

by Carmine Tripodi

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

Quando nei Promessi Sposi il cancelliere Ferrer si trova con la sua carrozza nel mezzo dei tumulti scatenati dalla decisione di fissare un calmiere al prezzo del pane, nella concitazione del momento e nel tentativo di raggiungere in fretta un luogo più tranquillo, il Manzoni gli fa pronunciare la frase rivolta al suo cocchiere poi diventata famosa: “Pedro, adelante con juicio”.

Quello che è un misto tra un suggerimento e un ordine, descrive con efficacia la linea di condotta da seguire per tirarsi via da una situazione difficile, ma è anche un bellissimo manifesto di quanto dovrebbero fare le piccole e medie imprese. “Affrettarsi” e “andare avanti”, conservando al contempo “saggezza” e “prudenza”. Un'apparente contraddizione da superare tra l’incedere, che comporta inevitabilmente qualche rischio, e il rimanere prudenti, che può condurre all’immobilismo.

Leggi tutto →

Together is beautiful? Oltre la retorica del Fare Rete

Reading time: 6 minutes

13 Ott
13/10/2014
Foto del profilo di Federico Visconti

by Federico Visconti

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

Due provocazioni, dalla realtà vissuta.
La prima, di un imprenditore che sta valutando se avviare una collaborazione con altri: “Non è che mettendo insieme cinque aziende zoppe vien fuori un’azienda sana”.
La seconda, di un imprenditore impegnato in una rete di successo: “Se vuoi lavorare con altri imprenditori, una sera devi tornare a casa, mettere la testa sul comodino e, il giorno dopo, mettertene un’altra” .

Il tema delle aggregazioni non è nuovo, tutt’altro.
Di nuovo c’è il fenomeno delle reti d’impresa, formula “dal basso”, disciplinata da leggi del 2009 e del 2010. L’istituto della rete d’impresa è un contratto di diritto civile caratterizzato da comunione di scopo. In termini concreti, occorre che un gruppo di imprenditori decida di perseguire obiettivi condivisi (lo scambio di informazioni, l’esercizio in comune di alcune attività, …) e ne stabilisca le modalità nell’ambito di un contratto di rete, stipulato per atto pubblico o per scrittura privata autenticata. Il contratto deve contenere un programma di rete e deve prevedere un parametro di misurazione delle accresciute capacità di innovazione degli aderenti.

Leggi tutto →