20 buone letture per affrontare al meglio il 2014

Reading time: 12 minutes

15 Dic
15/12/2013
Foto del profilo di Francesco Saviozzi

by Francesco Saviozzi

SDA Professor of Strategic and Entrepreneurial Management

Il periodo delle feste è sempre fruttifero di buoni propositi e opportunità per coltivare e approfondire nuove conoscenze.
Per l’occasione abbiamo chiesto alla faculty dell’Area Strategia e Imprenditorialità di proporre alcune buone letture che possano essere di valore per la nostra Community. Ne è emersa una lista ricca e variegata, che mette insieme letteratura di management, saggistica e narrativa. Un’ottima base di partenza per ricaricarsi e affrontare al meglio il nuovo anno*.

Avete una vostra lista di titoli da proporre? Condividetela nei commenti!

1. Strategy bites back.  H. Mintzberg, B. Ahlstrand, J. Lampel – Pearson Financial Times 2008
Difficile sbagliare con Mintzberg e i suoi compagni di avventura. Ottimo quanto altre letture della “premiata ditta”, questo libro si presta in particolare a chi frequenta i temi di base di strategia ed è alla ricerca di nuovi spunti di riflessione. Perfetto per una lettura occasionale e estemporanea, perché declinato in piccoli “bocconi” (bites).

2. Good Strategy, Bad Strategy. R. Rumelt – Profile Books 2011
La valutazione della qualità di una strategia è da sempre contesto di dibattito e discussione; prevalgono i dipende, i se e i ma, le sfumature, più che le tinte forti. Rumelt, “vecchio leone” della strategia, ci riporta alla semplicità e al pragmatismo di ciò che è giusto o sbagliato.

3. Grom. Storia di un’amicizia, qualche gelato e molti fiori. F. Grom, G. Martinetti – Bompiani 2012
Un caso ormai consolidato di azienda di successo, riletto come una favola imprenditoriale. Molto più che solo gelato: una storia di vita e una grande fonte di ispirazione per gli imprenditori (attuali o futuri).

4. Design of Business: Why design thinking is the next competitive advantage. R. L. Martin - Harvard Business Review Press, 2009
Design e Management, due facce della stessa medaglia? Una prospettiva utile per cambiare e ridefinire i processi di innovazione e di sviluppo di nuova conoscenza all’interno delle aziende e riattivare la creatività.

5. Facciamoci avanti. Le donne, il lavoro e la voglia di riuscire.  S. Sandberg - Mondadori 2013
Una lettura concreta e pragmatica su come conciliare professione e vita famigliare, a cura della COO di Facebook. Sandberg ha il merito di saper prendere posizione su un tema controverso. Un libro utile, non solo per donne in carriera.

6. Pensieri lenti e veloci. D. Kahneman – Mondadori 2012
Kahneman, premio Nobel per l’economia, rivaluta i comportamenti nelle decisioni in contesti incerti e spiega come nascano gli errori sistematici e il ruolo degli stereotipi. Un approccio scientifico per mettere in discussione i paradigmi dell’economia razionale e i suoi limiti.

7.  Lezioni americane. I. Calvino – Oscar Mondadori 2000
Un vero classico: il testo delle lezioni che Calvino avrebbe dovuto tenere nel 1985 a Harvard. Perfettamente attuali le riflessioni su Leggerezza, Rapidità, Esattezza, Visibilità, Molteplicità e Coerenza in uno scritto piacevolmente godibile. Da leggere anche a letto.

8. Perchè i bravi manager sbagliano e cosa possiamo imparare dai loro errori.  S. Finkelstein - ETAS 2004
La letteratura manageriale è ricca di celebrazioni di casi di successo; ottime fonti di ispirazione, ma difficili da replicare. Andando controcorrente, Finkelstein analizza in profondità alcuni dei più eclatanti esempi di insuccesso di manager e imprenditori. Un’opportunità di apprendimento per tutti: sbagliando si impara.

9. Makers. Il ritorno dei produttori. Per una nuova rivoluzione industriale.  C. Anderson – Rizzoli Etas 2013
“Un’economia di servizi è buona cosa, ma eliminate la manifattura e diventate un’azienda di banchieri, camerieri e guide turistiche.” Questa è una delle perle di questo libro, scritto dall’ex direttore di Wired. Visionario, provocatorio, utile a rivalutare l’economia manifatturiera, aggiornandola con nuovi paradigmi tecnologici e sociali, dalla stampa 3D all’artigianalità distribuita.

10. The Outsiders: Eight Unconventional CEOs and Their Radically Rational Blueprint for Success. W.N. ThorndikeHarvard Business Review Press 2012
Non sempre i CEO più celebrati dai media sono anche quelli che generano più valore per le proprie aziende. Un’indagine approfondita sul profilo di sette illustri sconosciuti + uno (Warren Buffet), per rivedere dalle basi le convenzionali nozioni di successo e di leadership.

11. Dilbert. Thriving on vague objectives.  S. Adams – Andrews Mcmeel Publishing 2005
Da sempre paladino della quotidianità aziendale, Dilbert riesce a riprodurre con leggerezza e ironia i paradossi delle dinamiche organizzative all’interno delle imprese. Un fumetto talmente realistico da non poter far altro che riderci su.

12. Differente. Il conformismo regna ma l’eccezione domina. Y. Moon – ETAS 2010
“Strategy is about being different” esordiva Porter dalle pagine di HBR a metà degli anni ’90. Sono passati quasi 20 anni e le aziende ancora faticano a uscire dal “gregge competitivo” e preferiscono perseguire la rassicurante strada del conformismo e dell’imitazione. Un libro pieno di spunti per riscoprire e cogliere il valore della diversità.

13. Thinkertoys: A Handbook of Creative-Thinking Techniques. M. Michalko – Ten Speed Press 2006
Uno “strumentario” per allenare la vostra creatività e riattivare il pensiero orizzontale. Utile, efficace e sorprendente, per riscoprire una dimensione spesso trascurata nella frenetica agenda lavorativa quotidiana.

14. Staying power, restare forti. Sei durevoli principi di strategia e organizzazione in un mondo incerto. M. Cusumano – Franco Angeli 2012
Sei buoni principi per comprendere come mantenere e difendere il proprio posizionamento in un contesto dinamico e in continua evoluzione come quello attuale. Una lettura obbligatoria per chi lavora in settori legati alla tecnologia, un’ottima fonte di ispirazione per tutti gli altri.

15. Il cigno nero. Come l’improbabile governa la nostra vita. Nassim Nicholas Taleb – Il Saggiatore Tascabili 2009
“Chi l’avrebbe mai detto” potrebbe essere uno dei motti della crisi finanziaria globale. La verità è che la realtà economica (e non solo) è costellata da “cigni neri” (eventi imprevedibili ad alto impatto), per quanto i nostri processi cognitivi e modelli decisionali tentino sistematicamente di eluderli. Un libro che amplia la capacità di visione e allena a pensare all’impensabile.

16. Adriano Olivetti. La biografia.  V. Ochetto – Edizioni di Comunità 2013
Più che un imprenditore, un radicale innovatore nel campo della tecnologia, della manifattura, dell’urbanistica e delle scienze sociali. Una lettura seminale per riscoprire i valori fondamentali del gusto per l’impresa.

17. Quello che i soldi non possono comprare. I limiti morali del mercato.  M. J. Sandel - Feltrinelli 2013
Spunti di riflessione e domande controverse all’incrocio tra mercato e morale: da una parte il rapporto costo/benefici, dall’altra ciò che è  giusto/sbagliato. Un’opportunità per cambiare opinione sulla realtà che ci circonda a ogni voltare di pagina.

18. Rework. Manifesto del nuovo imprenditore minimalista. Come avere successo con poche risorse. J. Fried, D.H. Hansson – ETAS 2010
A metà tra un manifesto di pensiero e una provocazione ben riuscita, un libro che mette in discussione gran parte dei  canoni tradizionali e delle cosiddette “best practice” del fare impresa. Più che una guida, un utile esercizio per provare a pensarla in modo diverso.

19. Mappe mentali. Come utilizzare il più potente strumento di accesso alle straordinarie capacità del cervello per pensare, creare, studiare, organizzare. Tony Buzan – Alessio Roberti Editore 2012
Le mappe mentali sono un’ottima metodologia per razionalizzare problemi complessi, organizzare il ragionamento e memorizzare pensieri e riflessioni. Un libro per essere più efficienti e efficaci nelle attività quotidiane, sia a livello individuale, sia all’interno di un gruppo di lavoro.

20. Io sono Malala.  M. Yousafzai, C. Lamb – Garzanti 2013
Una storia forte quanto la sua protagonista, una ragazza non ancora maggiorenne che si batte in prima linea per il diritto allo studio e alla cultura, anche a rischio della propria incolumità. Un grande esempio di coraggio e un’ispirazione per tutti coloro che desiderano sfidare le convenzioni e le regole in nome di un obiettivo superiore.

 

*Quando disponibile abbiamo indicato l’edizione in italiano. Consigliamo tuttavia, ove possibile, la lettura in lingua originale.

Si ringraziano Angela Amodio, Olga Annushkina, Antonio Catalani, Nicola Guerini, Sara Mitterhofer, Guia Pirotti, Francesco Saviozzi, Markus Venzin, Federico Visconti per il contributo in termini di segnalazioni dei titoli.

 

Email this to someoneShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest
Tags: , , , , , ,
1 risposta

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Per chi volessere indugiare nella lettura consigliamo anche le "20 buone letture per affrontare il 2014". […]

Inserisci un commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Scrivi il tuo commento.

Rispondi